Spakkomatto 2.0 @ Rock in Chuch - Il punk è anche amore e ironia

Gli Spakkomatto 2.0 hanno suonato per ultimi al Rock in Church nella serata dell’11 Marzo 2017. L’evento si è svolto nell’antica chiesetta del Bruno ad Arcore. Un evento unico nel suo genere volto a dare spazio alle band emergenti e a sfruttare un luogo altrimenti inutilizzato. Un ambiente spoglio e semplice che accoglie chiunque voglia ascoltare della buona musica. In questa intervista ho parlato con Marco, bassista della band.

 

Chi sono gli Spakkomatto 2.0?

<< Ci sono io, Marco e sono il bassista. C’è Vito, che è il cantante, Beppe alla chitarra e Dario alla batteria.>>

Com’è il rapporto con il membri della tua band?

<< Andiamo molto d’accordo. Siamo innanzitutto un gruppo di amici. Suoniamo per divertirci.>>

Qual è il vostro genere musicale?

<< Facciamo punk-rock italiano, anche se amiamo definirci come "Italian Romantic punk rock". Ci siamo affezionati a questo genere. Ha fatto parte della nostra gioventù.>>

Cosa ne pensi del punk rock nella scena musicale italiana?

<< E’ un genere che può sembrare adolescenziale, ma in realtà tratta di temi profondi anche se con ironia. Sono tante band italiane che hanno fatto grande il nome del punk rock, anche se credo che attualmente sia, purtroppo, un genere musicale in via d’estinzione.>>

Suonare per ultimi vi ha messo ansia?

<< No, anzi. Suoniamo da tanti anni. Sul tardi la serata è più vivace… Poi si aggiungono sempre i tiratardi. E’ il pubblico che preferiamo di più perché sono i più casinisti. >>

Com’è stato suonare nella chiesetta al Rock in Church?

<< E’ stata un’esperienza bellissima, molto suggestiva. Ci siamo divertiti.>>

Il pubblico ha apprezzato il vostro punk in un ambiente così serioso?

<<Mi è sembrato di sì. Le nostre canzoni sono alla portata di tutti, perché parlano d’amore, gioventù e attualità. E’ impossibile stare immobili ad un nostro concerto. Dopo l’esibizione molte persone ci hanno detto di aver apprezzato la nostra musica, chissà se è vero!>> dice Marco con ironia e aggiunge ridendo << Cerchiamo conferme e cerchiamo anche di vendere CD. >>

E li avete venduti?

<< Sì. Il nostro disco è uscito a Gennaio e si intitola "Sogni e Illusioni" e la vendita sta andando molto bene. Presto faremo un’altra rimasterizzazione.>>

Come vi siete trovati con le altre band che hanno condiviso il palco con voi?

<< Molto bene, sai siamo abituati a suonare dividere le serate con altre band. Si ha a che fare con tante persone diverse e non è sempre facile. C’e’ sempre qualche "prima donna", ma l’importante è tenere un buon rapporto con tutti. A noi piace condividere anche i nostri strumenti, forse fa parte del nostro animo socialista. Il punk rock è anche condivisione.>>

C’è qualche aneddoto che riguarda la serata e che ti andrebbe di condividere con noi di Live Music Lombardia?

<< Abbiamo riso molto nel dietro le quinte, perché spesso le persone non capivano quale fosse la porta d’ingresso e finivano per entrare nel nostro camerino.>>

Per Live Music Lombardia

Priscilla Marvel