Ants Revolution @ Rock in Church - Abbiamo portato il rock in chiesa

Chi sono gli Ants Revolution?

<< La band esiste dal 2014 e abbiamo sperimentato negli anni diversi generi musicali. Siamo passati da un orientamento più hard rock all’alternative rock. Ci ispiriamo ai The Strokes, Royal Blood e Artic Monkeys. Lorenzo Francesconi è alla chitarra solista, Federico Secchi al basso e abbiamo una new entry alla batteria Fulvio Iannone.>>

Com’è stato suonare in questa chiesetta?

<< E’ stata una bellissima esperienza. Noi scriviamo canzoni con testi che giocano sulla provocazione. Parliamo di religiosità e non risparmiamo le nostre critiche su questo tema Affrontiamo però anche temi più leggeri come sessualità e amore. >>

Si può dire che è stato un po’ un paradosso suonare in questo luogo?

<< Per fortuna era sconsacrata >> risponde Angelo con fare scherzoso << A parte questo, ci tengo a dire che io e la band rispettiamo le opinioni di tutti e critichiamo senza offendere. Sono critiche costruttive.>>

Le vostre provocazioni sono presenti solo nei testi o anche nel vostro modo di esibirvi dal vivo?

<< La nostra immagine è rock, ma più neutra rispetto ai nostri testi. Per noi l’importante è coinvolgere la gente che ci sta ascoltando. Vogliamo trasmettere energia a prescindere da ciò che diciamo.>>

Le persone che vi ascoltavano hanno colto queste allusioni?

<< Molti no, forse perché abbiamo testi in inglese. E’ stata un’esperienza divertente e ci è piaciuto questo contrasto tra luogo e musica che abbiamo creato. >>

Il pubblico ha interagito con voi durante il concerto?

<< Il pubblico ha apprezzato. Molti non ci conoscevano eppure li abbiamo visti entusiasti.>> poi aggiunge << L’unico nostro dubbio riguardava il nostro sound. Credo che quel luogo sia più adatto alla musica acustica. Abbiamo avuto paura di sembrare fuori luogo.>>

A questo punto intervengo per rassicurare Angelo, infatti posso affermare, avendo partecipato ai concerti del Rock in Church, che l’acustica di quel luogo si sposa perfettamente anche alla musica elettrica… e gli dico << Una chiesa è meglio di un qualsiasi altro locale. Le chiese sono fatte appositamente per valorizzare la musica e ti assicuro che il sound era spettacolare. >>

Angelo sorride e risponde << Sono contento, noi eravamo l’unica band a suonare in elettrico e quindi non sappiamo bene come si sentiva il sound.>>

Avete Mai suonato in altri posti così particolari?

<< No, questo è stato senza dubbio il più particolare.>>

C’è qualche aneddoto della serata che vorresti raccontare?

Dopo aver riflettuto dice << Sì, c’era un signore un po’ anziano proprio in prima fila. Mi ha guardato fisso per tutta l’esibizione e io non ho capito se il suo fosse uno sguardo benevolo o no. Sta di fatto che è rimasto lì per tutto il nostro concerto, quindi credo che alla fine si sia divertito.>>

Per Live Music Lombardia

Priscilla Marvel